Mud

locandina (5).jpg

Mud è un film del 2012 scritto e diretto da Jeff Nichols

Due quattordicenni dell’Arkansas, Ellis e Neckbone, arrivano grazie a una piccola barca su un’isola che si trova nel mezzo del fiume Mississippi, dove Neckbone aveva in precedenza notato un motoscafo sulla cima di un albero, portato forse da un’alluvione. I due vorrebbero impossessarsene, ma si accorgono subito che è già abitato. Mentre stanno lasciando l’isola incontrano Mud, un fuggitivo cresciuto nella loro stessa zona.

L’uomo gli dice che si deve incontrare con una sua ex ragazza, Juniper, di cui è innamorato sin dall’adolescenza, per poi fuggire con lei. Mud parla ai ragazzi di un tatuaggio con un usignolo che lei ha sulla mano; Neck e Ellis la vedono mentre sta andando a fare la spesa presso un emporio locale. Poi la seguono e, giunti al motel dove alloggia, la trovano mentre sta venendo picchiata da un uomo. Ellis si getta contro di lui, e pur venendo colpito riesce a fermarlo. L’uomo, fratello della vittima di Mud, rimane poi all’esterno dell’appartamento della ragazza per controllarla; i ragazzi informano Juniper che Mud la sta aspettando.

Nel frattempo anche Ellis deve affrontare un periodo difficile: i suoi genitori stanno per divorziare, e questo costringerebbe lui e suo padre a lasciare la casa sull’acqua che è di proprietà della moglie, casa che, secondo una nuova legge, verrebbe abbattuta se non utilizzata dai legittimi proprietari. Dopo che Ellis viene fermato insieme alla madre a un posto di blocco formato per catturare Mud, questi è costretto a dire ai ragazzi di aver ucciso un uomo, un amante di Juniper, che prima l’aveva messa incinta e che poi, nel corso di una lite, l’aveva buttata giù per le scale, provocandole l’aborto e l’impossibilità di poter avere figli in futuro.

Ellis fa conoscenza con una ragazza più grande, May Pearl, e se ne invaghisce. Mud chiede ai ragazzi di mettersi in contatto con Tom Blankenship, la persona che lo ha cresciuto nell’infanzia; Tom vive sul fiume sulla sponda opposta a Ellis e, una volta informato dei fatti e di come Mud si sia messo nuovamente nei guai per Juniper, si rifiuta di aiutarlo. I ragazzi decidono di dare comunque una mano a Mud, aiutandolo a portare la barca giù dall’albero e a restaurarla, in cambio della pistola calibro 45 che Mud porta infilata nei pantaloni.

La polizia, intanto, è alla sua ricerca, ma i ragazzi non rivelano a nessuno il suo nascondiglio. Una volta saputo dal figlio che il fuggitivo si trova nei paraggi, King Carver, il vendicativo padre della vittima di Mud, arriva in città. Nel frattempo i Carver hanno corrotto due poliziotti e assunto una piccola milizia per rintracciarlo e ucciderlo. Racimolando qua e là delle lamiere e altre parti meccaniche utili a rimettere a nuovo la barca, i ragazzi aiutano Mud a ripararla, rubando persino il motore. Ellis telefona a Juniper e le comunica l’ora in cui dovrà incontrarsi con Mud per la fuga ma, all’ora prestabilita, i due ragazzini la trovano a un bar vicino mentre flirta con un altro uomo. I due tornano sull’isola per informare Mud di quanto è accaduto, e quest’ultimo consegna loro un foglio da dare a Juniper.

Il giorno successivo Ellis va dalla ragazza e le consegna la lettera. Una volta andato via, torna sui suoi passi e vede la ragazza piangere sul letto. Poco dopo incontra May Pearl in auto in compagnia di un coetaneo; ingelosito, si scaglia su di lui, ma anche in questo caso ha la peggio. Ellis torna sull’isola e, infuriato per quello che gli è successo, dice a Mud che è un bugiardo e che ha usato i due ragazzini fin dal primo momento. Dopo essersi sfogato, scappa, rincorso da Neckbone. Durante la fuga Ellis cade in una pozza e viene morso da un serpente acquatico (Agkistrodon piscivorus). Mud e Neckbone riescono a portarlo sulla terraferma, e poi all’ospedale, dove viene salvato; uno degli infermieri riconosce Mud, e informa subito King della sua presenza.

Nel frattempo Mud e Neckbone riescono a calare in acqua la barca riparata. Per dare l’addio a Ellis, Neckbone porta poi Mud alla casa del ragazzo convalescente; nel frattempo Carver e la posse, arrivati sul posto, iniziano a sparare verso Mud, mentre Tom interviene a sua difesa dal tetto della sua casa sul lato opposto del fiume, rispondendo col suo vecchio fucile da cecchino al fuoco del gruppo di assalitori. Mud riesce a salvare Ellis e cerca poi di fuggire, ma viene colpito e scompare nel fiume. La polizia arriva sul posto quando tutti i componenti della cricca, Carver incluso, sono già morti.

La casa galleggiante viene fatta a pezzi e portata via. I genitori di Ellis si separano e la madre si trasferisce in un appartamento in città. Ellis inizia una nuova vita.

Nell’ultima scena Tom e Mud, ferito ma vivo, arrivano al mare sulla barca.

PORTO VENERE …in 5 immagini — vita dolceamara

Se si visita la LIGURIA, PORTO VENERE è sicuramente una tappa obbligatoria. Può essere raggiunta facilmente da LA SPEZIA, prendendo l’autobus 11/P alla fermata MERCATO NORD. Il prezzo del biglietto è di 2,50 euro. CITTà VECCHIA – Davvero affascinante camminare per le viuzze di questa parte della vittà. CHIESA DI SAN PIETRO – […]

via PORTO VENERE …in 5 immagini — vita dolceamara