Colfiorito Altipiani e Castellieri

L’escursione ci permetterà di attraversare ben tre dei sette altopiani plestini (piano della Palude, piano di Arvello e piano di Annifo) e sarà possibile ammirare quattro castellieri protostorici The tour allows us to cross three of the seven plateaus Plestini (floor of the Marsh, plan Arvello and Annifo floor) and you can admire four forts proto:

Magnalonga dell’Altolina

La magnalonga vuole essere un’occasione per camminare, conoscere un territorio e allo stesso
tempo degustare prodotti tipici in buona compagnia. I luoghi sono noti, ma le nostre guide si sono
date da fare per trovare tratti di sentiero inediti e scorci interessanti.-Magnalonga will be an opportunity to walk, know an area and at the same
Time to taste typical products in good company. The sites are known, but our guides were
dates to be done to find stretches of new and interesting views path.B

Eremo di Montecorona e il Frutteto antico – The old orchard

2 ottobre 2016 Con questa escursione andremo a conoscere due importanti siti religiosi della nostra regione e successivamente un’azienda agricola del tifernate dedita al recupero di antiche specie di frutta.

Il nostro cammino inizia dall’Abbazia medievale di San Salvatore di Montecorona di cui visiteremo la
bella chiesa per poi salire utilizzando un antico percorso quasi completamente selciato e immerso in
un fitto bosco fino all’Eremo situato a ca. 700 mt sulla cima del monte omonimo. Da qui scenderemo
sul versante opposto e, con un percorso ad anello, riprenderemo il sentiero di salita.
Dopo la sosta pranzo raggiungeremo l’azienda della Fondazione Archeologia Arborea per una visita
guidata al frutteto dove potremo conoscere varietà di frutta solo fino a pochi anni fa dati per scomparsi.
This tour will enable you to know two important religious sites of our region and
then a farm of tifernate dedicated to the recovery of old fruit species. The
our journey begins medieval Abbey of San Salvatore Montecorona of which will visit the
beautiful church and then climb using an ancient path almost completely paved and surrounded by
a dense forest to the hermitage located ca. 700 meters on top of the homonymous mountain. From here descend
on the opposite side and, with a circular route, we resume the path of ascent.
After the lunch break we will reach the company of Arborea Archaeology Foundation for a visit
tour of the orchard where we can learn about fruit varieties only until a few years ago data
for disappeared.

Ciaspolata Monte Pennino Nocera Umbra

Il Monte Pennino è una montagna che raggiunge i 1.571 m s.l.m. situata nei comuni di Serravalle di Chienti e di Fiuminata

al confine delle regioni Marche ed Umbria, nella Provincia di Perugia e nella Provincia di Macerata. Alle sue pendici nascono i fiumi Topino e Potenza. Un percorso a.r. sullo stesso sentiero con un dislivello di circa 500 metri, fino ad un rifugio dove
potremo degustare un buon caffè.
Chi fa il percorso più breve potrà tornare nel primo pomeriggio alla propria auto, chi sceglie il
percorso più lungo dovrà percorrere altri 2,5 km con un dislivello totale di 700m circa. Monte Pennino is a mountain that reaches 1,571 m s.l.m. It located in the towns of Serravalle di Chienti and Fiuminata on the border of the Marche and Umbria regions, in the Province of Perugia and in the Province of Macerata. On its slopes are born the rivers Topino and power. A path return receipt on the same path with a vertical drop of 500 meters, up to a shelter where
we can enjoy a good coffee.
Who is the shortest path will return in the afternoon to their cars, those who choose the
path longer have to travel another 2.5 km and a total elevation gain of 700m

Parco della Maremma e dei Monti dell’Uccellina

Esso racchiude al suo interno i Monti dell’Uccellina, un angolo di natura incontaminata costituito da spiagge selvagge, distese di pini marittimi e colline ricoperte di macchia mediterranea che dominano l’azzurro mare da dove si possono ammirare numerose isole dell’Arcipelago Toscano quali il Giglio, l’Elba, Montecristo, Pianosa e le Formiche di Grosseto.

Qua e la si ergono imponenti, diverse torri di avvistamento costruite nel 1500 a difesa delle incursioni dei pirati saraceni. Durante le escursioni sarà facile incontrare le numerose specie di animali che popolano il parco, in particolare le volpi che qui sono particolarmente socievoli, ma anche daini, caprioli, cinghiali oltre le numerose specie di uccelli da cui non a caso ne deriva il nome.
The Maremma Regional Park extends between Grosseto and Monte Argentario. It encloses the mountains of the Uccellina, an unspoilt nature of nature, made up of wild beaches, stretches of maritime pines and hills covered with Mediterranean scrub that dominate the blue sea from where you can admire numerous islands of the Tuscan Archipelago such as Lily, Elba, Montecristo, Pianosa and the Ants of Grosseto.

Here and there are impressive, several sight-seeing towers built in the 1500s to protect the invasion of Saracen pirates. During the excursions it will be easy to meet the many species of animals that populate the park, especially the foxes that are particularly sociable here, but also deer, roe deer and wild boar over the many species of birds from which it does not coincide its name.

Da Spello a Collepino 10 marzo 2019

Spello, sarà il punto di partenza di una facile e panoramica escursione ad anello,

che ci porterà salendo per stradine sterrate e sentieri fino al camping la Sportella, e da qui scendendo per un sentiero nel bosco raggiungeremo l’abitato di Collepino dove c’è la possibilità di fare una breve visita del paese e perchè no di sorseggiare un caffè nel bar della piazzetta.

Continueremo quindi il nostro cammino scendendo per il sentiero che ci porterà all’imbocco del sentiero dell’acquedotto romano,che percorreremo in discesa per tornare a Spello dove avrà termine l’escursione.
Spello, will be the starting point for an easy and panoramic loop excursion, which will take us climbing dirt roads and paths to the Sportella campsite, and from here descending through a forest path we will reach the village of Collepino where there is the opportunity to take a short tour of the village and why not to sip a coffee in the bar of the square.

We will therefore continue our journey going down the path that will lead us to the entrance of the path of the Roman aqueduct, which we will travel downhill to return to Spello where the excursion will end. #spello #umbria #trekking

 

Laghi di Pilato 30 giugno 2019

Il Lago di Pilato è uno dei pochi specchi d’acqua di tipo alpino presente sull’Appennino.

Si è formato tra le pareti di roccia calcarea per l’accumulo di detriti trasportati dal lento cammino dei ghiacciai verso valle.

Alimentato da piogge e dallo scioglimento delle nevi, assume una particolare forma per la quale è detto “lago con gli occhiali”.

Con l’avanzare dell’estate tuttavia l’acqua inizia a diminuire e questo tipico aspetto viene sostituito da due laghetti minori.

Per raggiungerlo utilizzeremo il sentiero che da Fonte S. Lorenzo sale fino a Capanna Ghezzi e quindi da Forca Viola, (la meno impegnativa) e comunque la fatica per raggiungerlo sarà ripagata oltre che dalla bellezza di panorami mozzafiato anche dalla presenza del minuscolo abitante unico al mondo il “Chirocefalo del Marchesoni”, un Artropode di colore rossiccio, così chiamato in onore del suo scopritore Vittorio Marchesoni direttore dell’istituto di botanica dell’Università di Camerino che nel 1954 ne scoprì la presenza.