Il Monte Cardamagna panorami sull’Urbinate

Tra i due monti scorre il Rio Vitoschio incassato tra pareti strapiombanti e rivestito di boschi quasi impenetrabili. Noi cammineremo dapprima sul boscoso fianco nord del Nerone per poi attraversare il Vitoschio e incominciare a risalire i fianchi del Cardamagna, attraverso boschi, prati e tratti rocciosi, fino a conquistarne la cima dalla quale godremo di bei panorami sulle colline e le montagne di Urbino.
Al ritorno percorreremo una via in parte diversa, ma sempre di grande bellezza naturalistica e paesaggistica. The Cardamagna (m. 962), the younger brother of the imposing Nero is not far behind as beauty and majesty. Between the two mountains flows the Rio Vitoschio encased between overhanging walls and covered with forests almost impenetrable. We will walk first on the wooded north of Nero’s side before crossing the Vitoschio and begin to climb the sides of Cardamagna, through woods, meadows and rocky stretches, up to conquer the summit from which we will enjoy beautiful views of the hills and mountains of Urbino.
On the way back we descend down a path somewhat different, but always of great natural beauty and landscape.

Monte Le Senale la fioritura su Gualdo Tadino 28 maggio 2017

Con questo percorso andremo a “conquistare” tre dei monti che, al confine con le Marche, fanno da corona a Gualdo Tadino. Si tratta de Le Senale (1324 mt) del quale percorreremo anche le Passaiole,

sentierini che attraversano il roccioso lato Ovest, poi saliremo sul mte Maggio (1359 mt) dal quale si
godono bei panorami sia verso le Marche che l’Umbria, infine ridiscesi in Valsorda, affronteremo la
salita al mte Serra Santa (1423 mt) per poi dirigerci alla volta dell’omonimo Eremo e scendere di
nuovo al punto di partenza. Gli ambienti attraversati saranno molto vari: rocce, prati con magnifiche
fioriture e bei boschi, soprattutto faggete.
With this route we will “conquer” three of the mountains that, at the border with the Marche, make
Crown to Gualdo Tadino. This is Le Senale (1324 mt), which we will also walk along the Passaiole,
Paths crossing the rocky west side, then we will go up to May (1359 mt) from which you
They enjoy beautiful views both to the Marche and Umbria, finally to Valsorda, we will face the
Climb up to the Serra Santa (1423 mt) to then head to the homonymous Eremo and get off at
New to the starting point. The environments crossed will be very varied: rocks, beautiful meadows
Blooms and beautiful forests, especially beech trees.

Ciaspolata a Sassotetto sui Monti sibillini

La stazione sciistica di Sarnano, Sassotetto, in provincia di Macerata è per ordine di grandezza la seconda più grande delle Marche, con ben 11 km di piste.

Il comprensorio di Sarnano situato sulla catena dei Monti Sibillini è composto da due località: Sassotetto e Santa Maria Maddalena.

Gli impianti negli ultimi anni sono stati riammodernati, ora il resort dispone di 9 impianti di risalita: 1 tapis roulant, 4 skilift, 2 manovie e 2 seggiovie (una biposto ed una triposto) che servono piste di media difficoltà.

Nel Dicembre del 2006 è stato inaugurato il nuovo rifugio con residence annesso, La Capannina.

Sempre nel 2006 è stato costruito un potente impianto di innevamento artificiale e uno snowpark il Mad.dalena Snowpark.

Dalla stagione invernale 2007/2008 è in funzione un’impianto di illuminazione sulle piste che consentirà a tutti gli appassionati di particare sci e snowbaord in notturna.