Coscerno in Valnerina Si parte anche con la bufera e Aquila finale

Il monte Coscerno (quota 1.685 m) è ubicato nella parte sud-est dell’Umbria, nei pressi di Spoleto in piena Valnerina; insieme al Monte Bacugno (q. 1419) si trova circa al centro di un’area montuosa disabitata di 14 Km quadrati, delimitata da carrozzabili e dagli abitati di: Vallo di Nera, Roccatamburo, Poggiodomo, Usigni, Monteleone di Spoleto, Gavelli, Caso e Sant’Anatolia di Narco. Sopra l’abitato di Gavelli, a nord, si eleva il monte. Per raggiungerlo si percorre la carrozzabile che da S. Anatolia porta a Monteleone di Spoleto oppure la strada provinciale sterrata che da Vallo di Nera conduce a Mucciafora.

Monte Coscerno I colori dell’autunno in Valnerina

ll Monte Coscerno (quota 1.685 mt.) è ubicato nella parte sud-est dell’Umbria, nei pressi di Spoleto, tra gli abitati di Sant’ Anatolia di Narco (Valnerina), Poggiodomo e Monteleone di Spoleto.

È un monte bordato da una scogliera calcarea verso sud-ovest e con la cima erbosa costituita da vari colli allineati. Sul versante sud e sud-ovest è coperto da belle foreste di faggi e roverelle
Essendo un massiccio piuttosto isolato, dalla sua sommità è possibile apprezzare panorami molto interessanti con lo sguardo che abbraccia i Sibillini con il Redentore, i Monti della Laga, il Gran Sasso (nelle giornate limpide), i monti di Leonessa con il Terminillo, e via via gli altri della media Umbria (i Martani, i monti dello spoletino e del folignate, il Fema e il Monte Cavallo).
Dal borgo medioevale di Gavelli (1.153 m) saliamo lungo una sterrata fino al valico di Forca della Spina (1274 m); quindi si risale il lungo crinale del Monte Coscerno e, dopo avere sorpassato vari cocuzzoli e toccato la Dolina della Vasca, si giunge in vetta dove attraverseremo le praterie del Monte Coscerno, centinaia di ettari di distese erbacee spontanee ricavate dall’eliminazione dei boschi primigeni da parte dell’uomo.
In cielo è possibile ammirare una coppia di aquile in volo!!