Laghi di Pilato 30 giugno 2019

Il Lago di Pilato è uno dei pochi specchi d’acqua di tipo alpino presente sull’Appennino.

Si è formato tra le pareti di roccia calcarea per l’accumulo di detriti trasportati dal lento cammino dei ghiacciai verso valle.

Alimentato da piogge e dallo scioglimento delle nevi, assume una particolare forma per la quale è detto “lago con gli occhiali”.

Con l’avanzare dell’estate tuttavia l’acqua inizia a diminuire e questo tipico aspetto viene sostituito da due laghetti minori.

Per raggiungerlo utilizzeremo il sentiero che da Fonte S. Lorenzo sale fino a Capanna Ghezzi e quindi da Forca Viola, (la meno impegnativa) e comunque la fatica per raggiungerlo sarà ripagata oltre che dalla bellezza di panorami mozzafiato anche dalla presenza del minuscolo abitante unico al mondo il “Chirocefalo del Marchesoni”, un Artropode di colore rossiccio, così chiamato in onore del suo scopritore Vittorio Marchesoni direttore dell’istituto di botanica dell’Università di Camerino che nel 1954 ne scoprì la presenza.

Sibillini prima del sisma

#sibillini #terremoto #trekking
Vorrei taggare in questo video @flaviosciabola il più intrepido dei camperisti. Il cui canale vi consiglio caldamente
https://www.youtube.com/channel/UClV9yVrJIifJCaaDjUCZPlg Chissà che un giorno non gli faccia voglia di fare un viaggetto sull’Appennino dell’Italia Centrale.
Percorso ad anello con partenza dal rifugio Colle le Cese. Organizzato dalla Valle Umbra Trekking FIE Foligno. Dal rifugio si segue per un tratto Il Grande Anello dei Sibillini che sale verso la cima del monte Macchialta

Ciaspolata a Sassotetto sui Monti sibillini

La stazione sciistica di Sarnano, Sassotetto, in provincia di Macerata è per ordine di grandezza la seconda più grande delle Marche, con ben 11 km di piste.

Il comprensorio di Sarnano situato sulla catena dei Monti Sibillini è composto da due località: Sassotetto e Santa Maria Maddalena.

Gli impianti negli ultimi anni sono stati riammodernati, ora il resort dispone di 9 impianti di risalita: 1 tapis roulant, 4 skilift, 2 manovie e 2 seggiovie (una biposto ed una triposto) che servono piste di media difficoltà.

Nel Dicembre del 2006 è stato inaugurato il nuovo rifugio con residence annesso, La Capannina.

Sempre nel 2006 è stato costruito un potente impianto di innevamento artificiale e uno snowpark il Mad.dalena Snowpark.

Dalla stagione invernale 2007/2008 è in funzione un’impianto di illuminazione sulle piste che consentirà a tutti gli appassionati di particare sci e snowbaord in notturna.