Da Ponze di Trevi al Castello di Orsano

Si partirà dalla frazione di Ponze (Trevi) per arrivare al castello di Orsano (Sellano) che visiteremo insieme. Questo luogo fu oggetto in tempi storici di innumerevoli diatribe, in particolare tra Trevi e Spoleto, che ne contendevano il dominio. Le zone che attraverseremo erano vocate, soprattutto in passato, al pascolo di bovini, equini ed ovini che incontreremo strada facendo. In queste zone, ancora molto selvagge, trovava riparo e risorse il lupo, splendido quanto combattuto predatore.

Appennino e i castelli a guardia della Via della Spina

Itinerario che attraversa “le nostre montagne” aprendosi a spettacolari panorami degli Appennini, visita di antichi borghi ed aree caratteristiche attrezzate. In particolare, Castrum Cammori d’origini romano – longobarde, a controllo della Via della Spina – collegamento tra Passo di Plestia (Colfiorito) e Spoleto.

Benché perse d’importanza nel III secolo con la costruzione della Via Flaminia per il collegamento con Roma, conservò la sua valenza economica quale tracciato di tratturi transumanti che collegavano le aree laziali con i pascoli estivi dell’Appennino.

08:30 Parcheggio auto area centro sociale Molini d’Orsano (700 m) ed illustrazione itinerario.
08:30 – 10:00 Tratta Molini – Colletrampo – Torre di Cammoro (800 m) – Castello di Cammoro (958 m).
10:00 – 10:30 Visita del borgo ed osservazione Appennini attraverso cannocchiale panoramico (dal Monte Bove al Redentore)
10:30 – 11:00 Ascensione fino incrocio di 3 carrarecce (1.000 m): 1^ per e da per Cammoro, 2^ per e da San Paterniano e 3^ che aggira sul versante occidentale il Monte Aglie (1.116 m).
11:00 – 12:00 Tratta leggera discesa fino ad Area San Paterniano (950 m).
12:00 – 12:30 Visita dell’Area e della chiesa intitolata al Santo.
Itinerary crossing “our mountains” opening to spectacular views of the Apennines, visit of ancient villages and equipped areas. In particular, Castrum Cammori of Roman – Longobarde, controlled by the Via della Spina – connection between the Passo di Plestia (Colferito) and Spoleto.

Though lost in importance in the 3rd century with the construction of Via Flaminia for connection with Rome, it retained its economic value as a trace of transmutating traditions linking the Lazio areas with the summer pastures of the Apennines.

Monte Brunette e la Valle Umbra

Monte Brunette (1421). È posto a est della pianura umbra su cui incombe; alle sue pendici ci sono i comuni di Campello e di Trevi e anche le famose fonti del Clitunno.
Dal punto di vista geologico è una struttura anticlinalica sbloccata da faglia bordiera ad ovest ed ha la stessa composizione degli altri appenninici dei dintorni; si tratta di calcari meso e cenozoici tipici della successione umbro – marchigiana, dove si possono trovare estesi affioramenti di “Rosso ammonitico”. Una unità litostratigrafica di marne e argille nodulari rosse, spessore 8-10 m, posizionato cronologicamente tra la “Corniola” più antica e i “Calcari e marne a Posidonia” più recenti. Nel “Rosso”, di età Toarciano, zona biostratigrafica a H. bifrons, è stato trovato intorno agli anni ’70 il tipo di ammonite, genere Praerycites, introdotto in letteratura del 1981.
Sulla cima esiste un piccolo castelliere di epoca protostorica, trovato negli anni 70 del XX secolo e vi sono antenne per radio e telecomunicazioni. È parzialmente coperto da boschi di faggio e leccio e ci sono varie sorgenti. L’abitato più vicino è quello di Pettino che è posto nel comune di Campello, a cui è collegato da una strada carrozzabile.

Da Ponze di Trevi al Castello di Orsano 9 febbraio 2020

Si partirà dalla frazione di Ponze (Trevi) per arrivare al castello di Orsano (Sellano) che visiteremo insieme.

Questo luogo fu oggetto in tempi storici di innumerevoli diatribe, in particolare tra Trevi e Spoleto, che ne contendevano il dominio.

Le zone che attraverseremo erano vocate, soprattutto in passato, al pascolo di bovini, equini ed ovini che incontreremo strada facendo. In queste zone, ancora molto selvagge, trovava riparo e risorse il lupo, splendido quanto combattuto predatore.