Follonica Cala Violina

Cala Violina deve il proprio nome alla natura della sabbia bianca e finissima che la contraddistingue, così particolare da riprodurre una sorta di suono di violino quando vi si cammina sopra a piedi nudi. Compresa nella Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino, è raggiungibile esclusivamente a piedi, a cavallo oppure in bicicletta. Conosciuta per le sue acque trasparenti e i fondali di rara bellezza,è un piccolo grande gioiello che è stato premiato da Legambiente come una delle 11 spiagge più belle d’Italia. Il nostro viaggio ci porterà inoltre a visitare l’eremo di Montesiepi e l’affascinante abbazia cistercense di S: Galgano, ora completamente in rovina. La mancanza del tetto evidenzia l’articolazione della struttura architettonica, che l’accomuna a numerose abbazie d’oltremanica, germaniche e bretoni.

Via Francigena da San Gimignano a Colle di Val d’Elsa

La via Francigena, a partire dal Medioevo, costituì il principale asse viario europeo che collegava le tre più importanti capitali religiose europee: Santiago de Compostela, Roma e Gerusalemme. Le tappe toscane veniveno percorse dai pellegrini che, dalla Francia, dovevano arrivare a Roma. Il tratto, presto inaugurato, anticamente collegava San Gimignano a Monteriggioni, un percorso affascinante sia dal punto di vista ambientale che storico-culturale.

La Toscana, nella parte che ci interessa particolarmente (e cioè da Fucecchio a Siena) era attraversata da ben tre percorsi distinti di Via Francigena. Il primo e più antico era quello descritto da Sigeric e si svolgeva, fra San Genesio e San Gimignano, sul crinale delle colline ad occidente del fiume Elsa fino alla città delle Cento Torri e da qui, evitando di scendere in piano, si dirigeva, primaa Borgo d’Elsa, quindi a Badia a Isola e da qui a Siena The Via Francigena, from the Middle Ages, was the main European road axis linking the three most important European religious capital: Santiago de Compostela, Rome and Jerusalem. The veniveno Tuscan steps taken by pilgrims from France, had to get to Rome. The stretch, inaugurated soon, once joined San Gimignano to Monteriggioni, a fascinating route both from the environmental point of view and cultural history.

Tuscany, in the part that is of particular interest (ie from Fucecchio in Siena) was traversed by three distinct paths of Via Francigena. The first and oldest was the one described by Sigeric and took place, between San Genesio and San Gimignano, on the ridge to the west of the river Elsa hills to the city of hundred towers and from there, avoiding to take to the floor, he walked, primaa Borgo d’Elsa and then in Badia a Isola and from there to Siena